Roma-Inter, che spettacolo Pari tra gol, Var e polemiche

Finisce 2-2 il posticipo della 14esima giornata di campionato tra Roma e Inter allo stadio Olimpico. Una partita dai mille volti, al cardiopalma, con tantissime occasioni da una parte e dall’altra. Nella prima frazione a passare in vantaggio sono i nerazzurri che al 37′ puniscono la Roma con l’ex laziale Keita bravo a beffare Olsen da due passi. Prima, però, la Roma aveva colpito un palo con Florenzi (al 25′) e, soprattutto, aveva protestato per un mancato rigore assegnato su Zaniolo, atterrato in area da D’Ambrosio, nell’azione immediatamente precedente al vantaggio nerazzurro. Nella ripresa i giallorossi trovano il pari grazie ad un’iniziativa di Under che si accentra e lascia partire un sinistro potentissimo su cui Handanovic non può nulla. Poi è il solito Icardi (al 66′) a salire in cielo sugli sviluppi di un corner e a beffare Olsen. La Roma, però, è ancora viva e conquista un rigore per mano di Brozovic: dal dischetto Kolarov non sbaglia. Al 91′ espulso per proteste di Spalletti. Finisce così, con un punto che serve poco ad entrambe: i nerazzurri agganciano il Napoli a 29 punti, ma mancano il sorpasso, mentre i giallorossi salgono a quota 20 al settimo posto in classifica (a – 5 dalla zona Champions) rimandando però ancora l’appuntamento con la vittoria che in campionato manca dall’11 novembre.
A BREVE IL SERVIZIO COMPLETO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *