Fenati torna a correre ma riparte dalla Moto3

Basta con la ferramenta, è tempo di tornare in pista. Romano Fenati dopo i fattacci del GP di Misano in cui tirò la leva del freno anteriore di Stefano Manzi con le successive squalifiche, risale in sella nel motomondiale.
dalla moto3 — Lo farà però dopo un passo indietro: dalla Moto3 e con lo stesso team Snipers che a caldo lo aveva licenziato dopo il brutto e irresponsabile gesto di stizza del GP di San Marino della Moto2 verso Stefano Manzi con cui aveva avuto più di uno screzio in gara. Riabilitazione per il pilota, che in un primo momento aveva detto di voler chiudere con le corse e si era dedicato a lavorare nella ferramenta di famiglia, con la speranza di poter davvero recuperare fino in fondo un talento spesso frenato da bizza caratteriali.
la vicenda — Fenati, cui era stata esposta bandiera nera nel GP della Moto2 di San Marino, era stato inizialmente squalificato per 2 GP dagli Steward della FIM, che poi ha usato il pugno di ferro, ribaltando l’operato dei giudici di Misano, squalificandolo – dopo una convocazione del pilota nella sede FIM di Mies (Svizzera) del 21 settembre – fino al 31 dicembre 2018. Inoltre, Fenati ha anche patteggiato, il 29 ottobre, al Tribunale Federale della FMI la sospensione della relativa licenza fino al 21 febbraio 2019 nel procedimento disciplinare a suo carico per la violazione dell’articolo 1.2 del Regolamento di Giustizia della FMI (Rispetto dei principi di lealtà, probità e rettitudine sportiva). L’ascolano in questa vicenda aveva anche incassato un duplice licenziamento, sia dal team Marinelli Snipers con cui era sotto contratto, sia dal Forward MV Agusta con cui si era accordato per il 2019. Il primo ha deciso di dargli un’altra chance: speriamo se la giochi bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *